La Commissione Europea sostiene lo sviluppo delle energie rinnovabili

Lo scorso 31 gennaio la Commissione Europea ha presentato lo stato di avanzamento delle politiche europee volte allo sviluppo delle energie rinnovabili rispetto agli obiettivi del 2020. Nell’arco dei prossimi dieci anni i paesi europei dovranno darsi da fare se vogliono rispettare e/o superare gli obiettivi concordati. Nel 2010 i paesi membri non hanno infatti rispettato gli obiettivi attesi, perché hanno conseguito un risultato del 18% di energie rinnovabili rispetto all’obiettivo del 21% prefissato.

Energia fotovoltaica per il vertice sul clima a Cancun

Ed è proprio per soddisfare il fabbisogno energetico dell’incontro, svoltosi dal 29 Novembre al 10 Dicembre 2010 che è stato realizzato, sul tetto di quest’ultimo, l’innovativo impianto con speciali caratteristiche tecniche che consente di catturare la luce diffusa e di produrre energia anche in condizioni climatiche critiche, di facile installazione e che può resistere anche alle elevate temperature ed ai possibili uragani.

L’energia da rifiuto

Col termine biomassa si indicano quelle sostanze di origine organica (vegetale o animale) che sono utilizzate per la produzione di energia.
I combustibili fossili (petrolio, carbone, metano, ecc..) pur essendo di origine organica non possono essere considerati come biomassa perchè questi hanno subìto un processo di fossilizzazione ovvero un complesso processo chimico-biologico che dura migliaia di anni.