Il vetro strutturato nei pannelli fotovoltaici

L’offerta di moduli fotovoltaici ultimamente si è arricchita con i pannelli a vetro strutturato, che è progettato in maniera tale da catturare al meglio la luce naturale indiretta, indirizzando la luce riflessa dalle celle di nuovo sulla loro superficie.

Tale struttura trova il massimo giovamento in condizioni d’illuminazione non ottimali, ad esempio con esposizione ad est o ovest, o comunque in condizioni di scarsa luce.

Il futuro del fotovoltaico è nell’integrazione negli edifici

Le facciate e i tetti degli edifici devono assolvere al compito di protezione contro intemperie, isolamento termico, barriera acustica, antincendio, frangisole, barriera visiva e nel caso di edifici aziendali, corporate identity.

In tal senso, i pannelli fotovoltaici integrati possono svolgere il ruolo di sostituzione degli elementi architettonici tradizionali, coniugando funzionalità (la produzione di energia elettrica) all’estetica (si vedano ad esempio i pannelli solari a film sottile).

Energia fotovoltaica per il vertice sul clima a Cancun

Ed è proprio per soddisfare il fabbisogno energetico dell’incontro, svoltosi dal 29 Novembre al 10 Dicembre 2010 che è stato realizzato, sul tetto di quest’ultimo, l’innovativo impianto con speciali caratteristiche tecniche che consente di catturare la luce diffusa e di produrre energia anche in condizioni climatiche critiche, di facile installazione e che può resistere anche alle elevate temperature ed ai possibili uragani.

L’energia da rifiuto

Col termine biomassa si indicano quelle sostanze di origine organica (vegetale o animale) che sono utilizzate per la produzione di energia.
I combustibili fossili (petrolio, carbone, metano, ecc..) pur essendo di origine organica non possono essere considerati come biomassa perchè questi hanno subìto un processo di fossilizzazione ovvero un complesso processo chimico-biologico che dura migliaia di anni.